CERTE MIE RIME


Perqué l'inspiracion pòu venir dins unalenga coma dins una autra...

Ai recampat dins aqueste recuèlh lei poesias italianasescrichas fins à-n-aqueu moment. I a un pauc de tot, classificat en quatre gràndei parts:
PER CORTESIA
PER LA SPERANZA D'AMORE
PER LE LACRIME D'AMORE
DIALOGO (una poesia d'entamenada e 13 sonets)

En tot, 39 poesias. L'inspiracion? Tèn à l'encòup de Dante, de Guittone, de tótei lei poetas italians de l'Atge Mejan, mai tambèn de quauqu'un coma lo TurinésGuido GOZZANO per la quotidianitat della poesia (o la poesia de la quotidianitat, coma v'agrada).

A QUELLA CHE VERRÀ

Vanno per la città gli innamorati
Senza pensare a me tanto infelice,
E il cielo su di me piange mi dice
Strani canti d'amore delicati

Come son certi fiori che nei prati
Coprono d'oro il verde, e vedo Bice
Insieme al Fiorentino che in tralice
Guarda in fondo all'Inferno i suoi dannati.

E poi volgo lo sguardo verso quella
Che ancora non conosco, e penso già
Che senza dubbio alcun sembrerà bella

Al mio cuore ferito che saprà
Amarla per la vita dolcemente,
Che regina sarà nella mia mente.

IL DOPPIERO

Per me si canta in linguaggi diversi
I legami e le pene a cui l'amore
M'ha condannato, crudele signore
Che discolora il cielo dei miei versi.

La porta lacrimosa un giorno apersi
D'un mondo innamorato ove il mio cuore
I sogni abbandonò del suo dolzore:
Al pianger senza fine allor m'offersi.

Ma dove vanno i pianti ed i sospiri
Che nel buio il mio petto sempre inventa?
Chi mai saprà verso quali deliri

Senza indugiar la mia vita s'avventa?
O Muse, ditemi per qual mistero
Ancor mi brucio al fuoco del doppiero?

SOBRAN DE LA PAGINA PER LEGIR QUESTIONS DE LENGA
BIOGRAFIA LIBRES DIVÈRS

ACUÈLH